Il convento di Pistoia fu edificato nei primi anni del 1800 da Padre Andrea da Quarata, francescano che cercò di co" />

ANTICO CONVENTO Park Hotel et Bellevue
Hotel 4 Stelle a Pistoia

La Storia

Il convento di Pistoia fu edificato nei primi anni del 1800 da Padre Andrea da Quarata, francescano che cercò di contrastare le lotte verso gli ordini religiosi tipiche di quel periodo con la creazione della comunità. Anche se la tecnica costruttiva realizzata ci riporta a fine del 1600, quando probabilmente si iniziò a realizzare una prima parte del Convento. Il fondatore Padre Andrea da Quarata cercava di aiutare i giovani nello studio delle varie materie, comprese quelle religiose. Il convento fu costruito su terreni donati dall'Arcidiacono Niccolò Sozzifanti, persona nobile e illustre della città di Pistoia.

Il complesso originale è formato da due piani, un cortile e due chiostri interni dove si affacciavano le piccole celle dei frati trasformate a partire dagli anni '80 in camere d'albergo, alcune con bellissima vista su Pistoia. La struttura è molto semplice come si conviene ad un Convento Francescano, formato da diverse stanze e lunghi corridoi che seguono tutto il perimetro. Adiacente al Convento fu eretta una grande Chiesa, sconsacrata nel 1972, con un’unica navata centrale, abside e sei cappelle laterali munite di altari con grandi dipinti su tela raffiguranti Sant’Atto con il Vescovo di Pistoia, il Martirio dei frati in Cina e la raffigurazione dell'Assunzione dei Santi, realizzati dal Folchi e datate 1875.
Adiacente alla Chiesa si trova una piccola Cappella costruita nei primi del ‘900 dedicata a Fra Giuseppe Giraldi (detto Fra Giuseppino), oggi venerabile, umile frate che visse  nel Convento ed era preposto alla questua nella piana e nei paesi limitrofi, cercando di portare pace e fede alla popolazione.

Tutto il Convento è circondato da antiche mura, dove si affacciano dei piccoli tabernacoli, una volta impreziositi di terrecotte dell'Impruneta del Favi e disperse nel corso del tempo. Ora presenti con ceramiche raffiguranti la vita religiosa e della Via Crucis che Vi accompagneranno fino all'entrata dell'hotel, eseguite dal Pittore-Scultore e Ceramista di origini rumene, Mihu Vulcanescu (1937 – 1994) apprezzato surrealista nel mondo dell'arte. Le sue opere si trovano nei maggiori Musei di Arte contemporanea: fu anche nostro gradito ospite presso l'hotel.

Con il passare degli anni il Convento venne sempre più abbandonato dai Frati, anche a causa della mancanza di vocazioni religiose.
Dopo molte incertezze da parte di enti civili e religiosi, il luogo venne venduto al capostipite della Famiglia Petrini che a partire dagli inizi degli anni '70 lo trasformò  gradualmente in albergo ristorante con cucina tipica toscana e fino all'attuale  nuova gestione dell'Hotel 4 stelle con storico Ristorante tipico toscano e tradizionali ricette anche antiche toscane.

Nel 2000 il successore della famiglia ripercorrendo le orme del Padre decise di ristrutturare nuovamente il complesso alberghiero, scegliendo per il restauro l'affermato Studio Guerrieri di Firenze che avvalendosi dei loro Architetti hanno permesso il recupero dello spazio interno la Chiesa, con complessi lavori agli impianti, per rendere la struttura veramente elegante e ristrutturandolo nel rispetto del fascino del luogo, arredandolo con stile e combinando il gusto del classico con tutti i comfort moderni.
Per gli Arredamenti interni il Convento si è rivolto allo Studio dell’Architetto Stefano Vanni.

Con la nuova gestione 2014, Antico Convento Park Hotel et Bellevue sarà il  luogo ideale per esclusivi soggiorni e vacanze in Toscana, dotato di ogni comodità, rinnovato nei servizi pur mantenendo e promuovendo la storia originale del Convento, il suo fascino e incanto.
Soggiornare presso Antico Convento Park Hotel et Bellevue renderà unica la Vostra sosta
Vi aspettiamo!
+39 0573 452651    abconvento@gmail.com


↑ TORNA SU ↑